Il Salone Internazionale di Ginevra 2019 si è animato con un’ospite d’onore che ha oscurato non poco gli altri: l’Alfa Romeo Tonale, la nuova concept car della casa italiana.

Alfa Romeo Tonale, il nuovo Suv compatto del Biscione
Inizialmente il progetto dell’Alfa Romeo Tonale era conosciuto con il nome di Kamal. ‘Kamal’ deriva dalla lingua Hindi con radice sanscrita e significa sia ‘fiore di loto’ che ‘rosso chiaro’.
Probabilmente sarebbe stato quest’ultimo significato a ispirare la nascita del nuovo Suv compatto dal momento in cui il colore di serie non è il classico rosso aggressivo da competizione che da decenni contraddistingue l’Alfa Romeo, bensì un rosso più morbido, per indicarne l’utilizzo da città e nel traffico.

Il nome finale della Tonale deriva dal famoso Passo del Tonale, che si trova nelle Dolomiti che è uno dei più famosi e più attraversati ogni anno da motociclisti da tutta Europa.
Alfa Romeo Tonale ci fa quindi pensare a un’auto sportiva, veloce ma che se la sa cavare con precisione nelle diverse curve e tornanti proprie del passo e suggerisce anche la presenza della trazione integrale.

L’Alfa Romeo Tonale è il suv compatto pensato dalla casa di Biscione come figlia minore della più grande Stelvio ed esce proprio nel momento più adatto.
Mai come prima, infatti, i guidatori chiedono dei suv compatti, auto adatte alla famiglia che si muovono con agilità nel traffico ma che sono ideali anche per lunghi spostamenti.

L’estetica: tra storia e futuro
A colpire molto della nuova Alfa Romeo Tonale è proprio l’estetica, caratterizzata da linee uniche nel loro genere che rendono immediatamente riconoscibile l’auto nel traffico.
I designer all’opera sul progetto hanno lanciato un vero e proprio cambio di rotta nel listino della casa di Biscione, ispirando vari parti della Tonale a diverse auto che hanno fatto la storia dell’Alfa Romeo.

Lo stile è molto curato ed arricchito da diversi elementi estetici che lasciano intravedere un lavoro artigianale di valore molto alto.
In particolar modo colpisce la livrea dell’auto, in un disegno che rende dinamica l’auto da qualsiasi angolazione venga colpita dalla luce.

A partire dal lato anteriore della Tonale, a catturare l’attenzione dello spettatore è il classico stemma dell’Alfa Romeo inserito in cima al Trilobo dal quale fa capo il radiatore per far entrare aria nel motore contribuendo al suo raffreddamento.
A colpire particolarmente id questo lato sono invece i fari Full Led suddivisi in una configurazione che la casa definisce ‘tre più tre’. S
i tratta di una configurazione già vista su altri modelli di punta come la vecchia Alfa Romeo Brera.

Spostandosi poi lateralmente si notano le linee estetiche molto dinamiche che indicano una reinterpretazione della vecchia fuoriclasse GT Junior.
Andando ad esaminare il lato posteriore della Tonale si ritrovano nuovamente i ruppi ottici ‘tre più tre’ applicati alle luci posteriori, anche queste in Full Led, che si uniscono in un’unica linea di luce interrotta solamente dallo stemma della croce e del serpente, sotto la quale si ritrova in corsivo la parola ‘Tonale’.
Qui il suv compatto mostra delle linee accattivanti e ondulanti ed un lunotto posteriore accorpato accompagnato da un piccolo alettone che garantisce una migliore aerodinamicità al veicolo.

Sui lati, al posto dei classici specchietti, si vedono dei visori esterni mentre al di sotto due cerchioni da 21 pollici molto simili a quelli montati dalla Stelvio.
Gli interni invece sono molto semplici, probabilmente disponibili in varie colorazioni.
Le linee sono sportive ed essenziali e il quadro è formato unicamente da un display.
Al lato del guidatore invece si ritrova un pannello full-touch da 10.25 pollici, studiato per distrarre il meno possibile il conducente durante la guida.

Motori, allestimenti e configurazioni dell’Alfa Romeo Tonale
La Tonale non è stata ancora messa in commercio e potrebbe essere lavorata su due pianali. Il primo è Giorgio, molto conosciuta e apprezzata per le prestazioni che garantisce e che è già montata sui modelli Giulia e Stelvio, mentre il secondo pianale è FCA Small, lo stesso montato dalla Jeep Renegade, che garantisce ottime prestazioni sia su stradale che su sterralo.

La scelta del pianale dipende dalla messa in commercio dell’auto: utilizzare Giorgio infatti, già ben collaudato da Alfa Romeo permette di mettere in fretta l’auto sul mercato in un momento di forte richiesta, mentre il secondo garantirebbe prestazioni che la rendono adatte a più tipologie di terreno.

Ci sono invece notizie più certe per quanto riguardano il motore e gli allestimenti configurati.
Al momento del lancio saranno infatti inizialmente disponibili le motorizzazioni da 1.0 T3 ‘Firefly’ con la potenza di 120 CV, mentre la seconda configurazione più potente monta l’1.3 T4 ‘Firefly’ con propulsione sia a 150 che a 180 cavalli.
Si tratta di due motori già ben testati da Alfa Romeo su altri veicoli che garantiscono un ottimo rapporto consumo / prestazioni.
Tuttavia ci sono numerosi ipotesi che fanno pensare a un upgrade delle motorizzazioni presenti attraverso il montaggio dei propulsori che spingerebbero la potenza fino a 550Cv, come quelli già presenti nei modelli Quadrifoglio della Giulia e Stelvio.

Al di là di queste supposizioni è certo invece che in un secondo momento uscirà sul mercato una versione aggiornata della Tonale dotata del sistema ibrido plug-in Il sistema ibrido plug-in è una configurazione mista del motore che permette di essere utilizzato sia con la classica propulsione a benzina che ad elettricità.
Il nuovo sistema viene concepito a fronte della sempre maggiore richiesta di auto praticamente a impatto zero e molto silenziose, ideale per gli spostamenti in città.

Tuttavia il concetto di ibrido plug-in permetterebbe all’auto, per quanto pesante, di spostarsi per lunghi tratti anche autostradali o comunque fuori città usando solo l’elettrico riducendo a zero le emissioni della benzina.
Tuttavia al momento ancora non si sono avute notizie dalla casa del Biscione per quanto riguarda l’uscita sul mercato del nuovo modello, né sul prezzo di listino e sulle configurazioni disponibili.

A differenza di altre volte, in cui Alfa Romeo annuncia sempre con diversi mesi di anticipo i propri progetti, ci si aspetterebbe anche in questo caso un annuncio seguito da una immediata immissione sul mercato della versione ibrida plug-in del veicolo.

https://italyluxuryblog.com/wp-content/uploads/2019/06/alfa-romeo_tonale-concept_4.jpghttps://italyluxuryblog.com/wp-content/uploads/2019/06/alfa-romeo_tonale-concept_4-150x150.jpgRedazioneAuto, Moto e Yacht(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Il Salone Internazionale di Ginevra 2019 si è animato con un'ospite d'onore che ha oscurato non poco gli altri: l'Alfa Romeo Tonale, la nuova concept car della casa italiana. Alfa Romeo Tonale, il nuovo Suv compatto del Biscione Inizialmente il progetto dell'Alfa Romeo Tonale era conosciuto con...Il blog del lusso Made in Italy.