Nel panorama delle due ruote, il gruppo Piaggio rappresenta un’istituzione ed una pietra miliare per i tanti modelli di successo che ha avuto modo di mettere sul mercato.
La sua quota di mercato a Settembre dello scorso anno si aggirava attorno al 16%, che arriva sino al 25% nel settore degli scooter.

La Vespa, tra tutti gli scooter distribuiti dal gruppo Piaggio è uno di quelli che ha riscosso negli anni il successo maggiore. Diverse serie si sono susseguite, tutte apprezzatissime dai fan delle due ruote.
Per quest’anno la Vespa si rinnova con tre nuove interessanti versioni: quella Elettrica, la versione Primavera e la Sprint.

Scopriamo insieme le caratteristiche di questi nuovi modelli all’avanguardia della tecnologia.

La Vespa elettrica: la prima della sua specie
La mobilità sostenibile su due ruote si veste di un nuovo mezzo ricco di stile e fascino: la Vespa Elettrica, che non è soltanto un motorino che viaggia ad energia pulita, bensì la nuova frontiera di un capolavoro, di un prodotto che porta con sé una storia ricchissima e che oggi si evolve in una evoluzione futuristica e sostenibile.

Il progetto con cui è realizzata Vespa elettrica è fatto per coniugare l’energia Green ad un totale comfort di guida.
Il mezzo scorre con disinvoltura nel traffico cittadino e si destreggia bene, arrivando a coprire 100 chilometri con una sola ricarica.

Il motore da cui è animata la nuova Vespa Elettrica è un Power Unit, in grado di erogare una potenza a regime di due Kilowatt, che si alza sino a quattro Kilowatt con il motore al picco di potenza; un motore con queste caratteristiche è in grado di realizzare prestazioni molto superiori a quelle di qualsiasi scooter 50cc, specialmente nella fase di accelerazione che è da sempre la cifra distintiva dei motori elettrici.

Il progetto inoltre si caratterizza per la sua silenziosità; la vespa in movimento non emette alcun rumore perché è stata disegnata per contribuire a rendere le città più silenziose e vivibili, opponendosi anche all’inquinamento acustico oltre che a quello ambientale.

L’autonomia di Vespa Elettrica è stimata attorno ai 100 chilometri; la versione X del mezzo è progettata per aumentare sino al doppio la sua autonomia. La batteria è realizzata agli ioni di litio, pertanto non necessita di particolare manutenzione. Per poter ricaricare la Vespa basta srotolare il cavo di ricarica posto sotto la sella e collegarlo ad una qualsiasi presa a corrente; una ricarica completa della batteria richiede circa quattro ore.

Dal punto di vista della tecnologia, Vespa Elettrica è dotata di una piattaforma definita Vespa Multimedia Platform, in grado di connettere lo smartphone del guidatore al motorino; buona parte delle funzioni del telefono possono essere gestite con serenità attraverso l’interfaccia di Vespa Elettrica, che è stata completamente rinnovata ed incorpora un monitor TFT a colori.

La finitura con la quale Vespa Elettrica viene proposta sul mercato è quella grigio scuro con cromature. Al profilo standard è possibile aggiungere sino a sette tipologie di personalizzazioni, per rendere la propria Vespa un vero e proprio oggetto di culto.


Vespa Primavera: l’avanguardia della tecnica
Per quest’anno, la Vespa Primavera si rinnova in una versione completamente rimaneggiata, che accresce la comodità del modello e ne migliora gli aspetti tecnici e la sicurezza. Lo stile inconfondibile di Vespa si riconosce anche nella versione Primavera e la sua caratteristica più particolare è la presenza di cerchi in lega di alluminio con un bellissimo design a cinque razze, della dimensione di dodici pollici.

I fari per l’illuminazione di Vespa Primavera sono al LED e contribuiscono a garantire una visione ottimale al biker, con il minimo di distorsione. La tecnologia di cui è dotata Vespa Primavera si implementa con una serie di accorgimenti utili a migliorare l’esperienza di guida, come il comando di apertura a distanza della sella.

Dal punto di vista estetico la Vespa Primavera è stata rimaneggiata in molti dettagli che hanno contribuito a rinnovarne il design iconico e a distinguerla dalle precedenti versioni; un esempio di questo restyling è la cravatta presente sul frontale e la rifinitura cromata sul parafango anteriore.

Nella sua versione S, che esalta la velocità e la sportività del mezzo, la Vespa Primavera si arricchisce di un display completamente digitale che funge sia da portale di collegamento per le connessioni del motociclo che da pannello per il check delle funzioni del mezzo. A questa versione si aggiunge la 50esimo anniversario, nata per celebrare i 50 anni di Vespa.


Vespa Sprint: un concentrato di sicurezza
L’ultimo modello di Vespa presentato per la produzione del 2018 è la Vespa Sprint che assomma a sé una serie di evoluzioni sia stilistiche che di tipo tecnico. La Vespa Sprint, così come la versione Primavera, può vantare una strumentazione completamente a LED ed un display digitale di ultima generazione, oltre che le implementazioni tecnologiche come il sistema di apertura a distanza della sella.

La parte estetica risalta particolarmente per le sue modanature cromate particolari, che la distinguono nettamente dalle versioni precedenti. Dal punto di vista della motorizzazione, questo modello di Vespa ridisegna il concetto di scooter sportivo, lanciandosi sul mercato come la più aggressiva tra le small body.

http://italyluxuryblog.com/wp-content/uploads/2018/02/Vespa-Elettrica-2018.jpghttp://italyluxuryblog.com/wp-content/uploads/2018/02/Vespa-Elettrica-2018-150x150.jpgRedazioneAuto, Moto e Yacht(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({}); Nel panorama delle due ruote, il gruppo Piaggio rappresenta un’istituzione ed una pietra miliare per i tanti modelli di successo che ha avuto modo di mettere sul mercato. La sua quota di mercato a Settembre dello scorso anno si aggirava attorno al 16%, che arriva sino...Il blog del lusso Made in Italy.