La Pergola sorge nel cuore di Roma, all’ultimo piano dell’Hotel Cavalieri (proprietà ora della catena Walford Astoria), sulla cima del Monte Mario. Una location d’eccezione: la spaziosa vetrata e la terrazza, con tanto di roof garden, garantiscono un’estesissima panoramica sull’Urbe e i suoi tramonti. Ma se Madre Natura contribuisce all’atmosfera, il prestigio viene completato dall’arredamento: i mobili Impero sono contornati, inter alia, da porcellane di Sèvres, settecenteschi candelabri di bronzo e una collezione di vetri soffiati di Emile Gallé; la cigar lounge si pregia di un raro arazzo di Aubusson, e nel centro del salone impera un vaso Celadon risalente al XVII secolo, in cui quotidianamente vengono allestite composizioni floreali originali.

lapergola-restaurant

Questo l’aspetto esteriore, ma non basterebbe a fare de La Pergola quello che è, cioè il pulsante cuore culinario della Capitale, un ristorante, come lo definisce la Guida Michelin, “worth the trip”. Alla cura minuziosa dell’aspetto fa infatti da contraltare una cucina eccezionale. Heinz Beck, dopo una lunga carriera che l’ha reso internazionalmente rinomato, si è fermato a Roma per diventare fondatore ed executive chef de La Pergola. E’ lui che supervisiona ogni piatto e detta il ritmo di ogni carta di degustazione: un menù che raccoglie e armonizza la tradizione dell’arte culinaria italiana con l’innovazione di carattere internazionale. L’obiettivo? “Comunicare emozioni” sostiene Beck, “attraverso un equilibrio di aromi, sapori e colori”. Un desiderio esaudito: sia per Beck che per i suoi clienti, a sentire tanto le più distinte guide culinarie quanto le recensioni che l’uomo di strada lascia su Tripadivsor.

lapergola-heinz-beck

Beck è stato insignito di diversi premi e riconoscimenti, proprio come il suo ristorante: fra tutte le guide autorevoli che hanno dato valutazione positiva a La Pergola (93 punti su 100 è il giudizio espresso da Gambero Rosso, L’Espresso la premia con un 19,5/20) forse quella più significativa sono le tre stelle e le cinque forchette, segno di particolare charme e carattere, che sono state assegnate dalla guida Michelin da ormai dieci anni. E’ l’unico ristorante romano ad aver ricevuto la massima valutazione della famosa guida rossa, un voto che non inerisce solo al cibo, ma abbraccia l’interità del servizio e della location. Non a caso La Pergola è stata riconosciuta, da ormai più di 15 anni, come “Miglior ristorante della Capitale”, le è stata assegnata l’International Star Diamond Award e vi sono libri di gastronomia dedicati a questo ristorante.

lapergola-vini

Particolarmente rinomata la carta dei vini: con una disponibilità di diverse migliaia di bottiglie (più di 63.000 all’ultima stima, e circa 3.500 etichette) e vini, italiani e internazionali, risalenti fino al 1888 (questo è un Bordeux stimato attorno ai 27.000 euro), la cantina de La Pergola è la punta di diamante del ristorante: sotto la cura di Marco Reitano (Oscar del vino che lo qualifica come miglior sommelier italiano), è stata non a caso insignita del Grand Award dalla rivista Wine Spectator. Recentemente questa già impressionante wine cellar si è arricchita di alcune bottiglie di Château Lafite e Romanée-Conti messe all’asta nel 2014 dalla celebre cantina dell’Eliseo.

Beck e il suo staff sono noti per l’insistenza, quasi l’ossessione, per le materie prime più genuine e fresche, per gli ingredienti più autentici, per i metodi di preparazione esclusivamente italiani; un rigore qualitativo che si sposa con una fantasia creativa e versatile sul piano dell’innovazione compositiva. Forse niente è tanto paradigmatico della filosofia culinaria di Beck quanto i suoi Fagottelli: la sua particolare, iconica interpretazione del piatto più romano che c’è, la carbonara.

Questo mix di tradizione e apertura si vede nell’attivazione, nel 2014, di un servizio tutto particolare: il FoodSafety, dove l’esigenza estetica dei piatti si unisce all’esigenza pratica della salute e della nutrizione. Sul sito di Beck infatti, grazie a questa innovazione, si possono leggere menu, ricette, piatti, ed ammirarne le fotografie, il tutto corredato da qualsiasi dato si possa desiderare, elementi allergeni e dati nutrizionali inclusi: per preservare l’integrità dell’esperienza culinaria da qualsiasi rischio di intolleranza.

La Pergola è aperta per solo cinque sere la settimana, e, con un coperto totale di 55 posti, la prenotazione si rende ovviamente obbligatoria: il ristorante serve e delizia ogni anno circa 14mila clienti.

http://italyluxuryblog.com/wp-content/uploads/2016/01/lapergola-restaurant.jpghttp://italyluxuryblog.com/wp-content/uploads/2016/01/lapergola-restaurant-150x150.jpgRedazioneFood and Drinks// La Pergola sorge nel cuore di Roma, all'ultimo piano dell'Hotel Cavalieri (proprietà ora della catena Walford Astoria), sulla cima del Monte Mario. Una location d'eccezione: la spaziosa vetrata e la terrazza, con tanto di roof garden, garantiscono un'estesissima panoramica sull'Urbe e i suoi tramonti. Ma se Madre Natura...Il blog del lusso Made in Italy.