Se ci si trova vicino Bergamo e si decide di concedersi una giornata in un relais di lusso adagiato tra le colline, gustando la tipica gastronomia della zona, il ristorante “Da Vittorio”, in località Brusaporto, a meno di dieci chilometri dalla città lombarda, è sicuramente il posto adatto.
Circondato dal verde, affacciato su una splendida piscina scoperta e arredato con gusto e grande eleganza, il locale si presenta con un perfetto connubio tra lusso ed informalità: se infatti il servizio di sala è assolutamente impeccabile, e i tovagliati e gli arredi sono adatti anche a pranzi o cene di rappresentanza, allo stesso tempo l’aria che si respira è particolarmente gradevole e familiare, anche grazie alla gentilezza e alla simpatia di tutto il personale e alla particolare scelta, per un locale di lusso, della cucina a vista, che aiuta a creare un’allure informale e che permette di saggiare già ad una prima occhiata la pulizia impeccabile di “Da Vittorio”.

da vittorio 02

La cucina, invece, è una perfetta fusione tra i piatti più classici della cucina lombarda e della tradizione gastronomica bergamasca e la creatività dello chef, tanto da meritare l’assegnazione di 3 stelle da parte della Guida Michelin nel 2010 e continuando a mantenere a tutt’oggi lo stesso giudizio insieme ad altri soli 6 ristoranti in tutta Italia.
Nascono in questo modo delle curiose, e particolarmente gustose, rivisitazioni, come la gerla di scampi accompagnata da salsa wasabi, oppure il risotto, servito con pane croccante, tartufo e acini d’uva.
Sebbene i primi piatti siano gradevoli e innovativi, è forse proprio sulle portate di carne e di pesce che il ristorante dà il meglio di sé.

da vittorio 03

Il maiale candito, ad esempio, servito con composta di mele cotogne, oppure la lepre marinata al cacao, servita con zucca e marroni insaporiti al timo, stupiscono per l’estro dello chef e per il sapore unico e ottimo. Allo stesso modo, gli scampi alla brace, riletti in versione mediorientale grazie all’aggiunta di zenzero, hummus d’accompagno e salsa piccante al mango, hanno un aroma davvero indimenticabile.
Nonostante la grande particolarità dei piatti, però, qualche pietanza delude decisamente le aspettative: è il caso della frittura di pesce, misto a frutta e verdura pastellate, che non raggiunge assolutamente il livello del resto del menu. Il fritto, infatti, risulta meno croccante di quanto lo si vorrebbe ed un po’ pesante, sebbene rimanga un piatto dall’indubbia qualità.

da vittorio 04

Decisamente di livello, invece, sia la carta dei vini proposta che il carrello dei dolci.
La cantina di “Da Vittorio” è particolarmente fornita, e comprende anche il “Rosso Faber”, vino di proprietà del ristorante.
La carte dei dessert, invece, risulta immediatamente ispirata alla tradizione pasticcera napoletana, con qualche riferimento all’estero, come nel caso del cheescake ai lamponi e frutti rossi preso in prestito alla città di New York. Per il resto, vengono rivisitate la pastiera, servita con guscio di latte di capra, o lo stesso babà, alla crema chantilly e frutti di bosco.
Da provare assolutamente, quando presenti nel menu, il cannolo di gelatina di more e caprino, e il Montebianco alla Vittorio.
Ovviamente, alla luce delle portate ottime e particolari e dell’altissima qualità degli ingredienti dei piatti serviti, i costi sono quelli di un ristorante di livello: basti pensare che gli antipasti spaziano tra i 60 euro del “Carosello di antipasti di pesce del giorno” alle 140 euro dell’antipasto a base di caviale, mentre i dessert costano 25 euro a porzione.

da vittorio 01

“Da Vittorio” permette anche di scegliere menu a tema, da quello che promette un viaggio nella tradizione gastronomica del ristorante, dalle 170 euro a persone, a quello, chiamato “Carta bianca”, che permette di farsi stupire da portate scelte dal maitre, che ha un costo invece di 230 euro a persona bevande escluse.
Ma ci sono anche menu a prezzo più popolare, come ad esempio il business lunch: 70 euro a persona per un pranzo di lavoro che include un antipasto a scelta tra due, un primo, un secondo e un dessert studiato ad hoc in piccole porzioni.
Insomma, prezzi indubbiamente alti, ma che vengono ampiamente compensati da un servizio eccellente e da una cucina che, a prescindere dalle portate che si sceglieranno, non si dimenticherà facilmente.

Ristorante Da Vittorio
Via Cantalupa, 17
24060 – Brusaporto (BG)

RedazioneFood and DrinksSe ci si trova vicino Bergamo e si decide di concedersi una giornata in un relais di lusso adagiato tra le colline, gustando la tipica gastronomia della zona, il ristorante 'Da Vittorio', in località Brusaporto, a meno di dieci chilometri dalla città lombarda, è sicuramente il posto adatto. Circondato dal...Il blog del lusso Made in Italy.