A fare da scenario a cene di lavoro esclusive è una sala da pranzo in uno dei più bei palazzi d’epoca a Milano. L’idea è venuta a Maria Cristina Savoldi Bellavitis che è riuscita a creare il giusto compromesso tra una serata intima ed un appuntamento di lavoro. L’ispirazione per iniziare questa attività è venuta proprio in una delle tante serate organizzate nella sua casa per i suoi amici.
Così uomini d’affari possono riunirsi non in un ambiente classico, come quello del ristorante, ma in un salotto dove poter discutere di affari.
La padrona di casa vigilerà dalle altre stanze, e si preoccuperà che tutto fili liscio e che sia impeccabile.

foto 1

La sala da pranzo è un ambiente con luci soffuse, arredi rigorosi e nello stesso tempo eleganti. Un terrazzo che di volta in volta assume il carattere dell’evento che ospita.
Nella sala in cui vengono consumati i pasti principali c’è un grande tavolo in radica al centro che può ospitare fino a 10 coperti, suppellettili e centro tavola che cambiano a seconda della circostanza.
Oltre all’arte dell’accoglienza Maria Cristina Savoldi Bellavitis ha aggiunto la sua grande passione per la cucina di qualità e per la tradizione milanese.

foto 2

Dall’aperitivo che viene servito in salotto o in terrazza, fino alla cena è un passaggio tra pietanze eccellenti.
E’ possibile scegliere tra piccoli piatti di Finger che possono essere caldi (come il tentacolino di polpo al vapore su passata di patate, e l’affiorato d’oliva e pesto), oppure freddi (come la stracciatella di vaccina con rucola, o le olive taggiasche e pomodorini).
I primi piatti variano tra paste fresche e minestre, ma il piatto forte è sicuramente il secondo: tra rombo, carrè di agnello o manzo cucinato in vari modi c’è una scelta molto ampia di deliziose pietanze.
Il menù è stagionale, diversi piatti che variano anche in base al tipo di evento, da quello più formale a quello esclusivo o romantico.

foto 3 (2)

Le regole del galateo sono rispettate in modo ferreo, il tovagliolo a destra e tutte le posate in ordine di utilizzo.
Le regole non riguardano solo il modo di apparecchiare, ma soprattutto come accogliere le persone in casa e in quale ordine farle sedere.
Gli ospiti, a seconda dell’importanza, verranno fatti sedere alla sinistra dei padroni di casa che, invece, prenderà il posto a capotavola.
Oltre alle cene, la padrona di casa organizza piccoli eventi aziendali, sempre per una cerchia manageriale molto ristretta.

foto 5 (1)

Nel momento in cui la cena è pronta, la padrona di casa, molto cortesemente, suggerisce agli ospiti di accomodarsi perché “la cena è servita”.
Il piacere di stare in compagnia e tantissima passione per la cucina, possono essere un input per un’azione imprenditoriale veramente unica.
Per i particolari dei prezzi, vi consigliamo di contattare direttamente la proprietaria di casa, che sicuramente troverà il modo per farvi sentire a casa vostra.

M.Cristina Savoldi Bellavitis
cristina.savoldi@gmail.com
T. +39 335 291864

RedazioneFood and DrinksA fare da scenario a cene di lavoro esclusive è una sala da pranzo in uno dei più bei palazzi d’epoca a Milano. L’idea è venuta a Maria Cristina Savoldi Bellavitis che è riuscita a creare il giusto compromesso tra una serata intima ed un appuntamento di lavoro. L’ispirazione per...Il blog del lusso Made in Italy.